filosofia_bob_and_elena

An English Island

Pensate ad una piccola isola, magari incastonata nel Sud del Pacifico !!
I suoi abitanti sono molto fortunati; prima o poi cammineranno lungo tutte le spiagge e nuoteranno in tutti i luoghi più belli che l’isola ha da offrire.
Conosceranno i sentieri che attraverso l’isola così come i volti e i nomi degli abitanti con i quali spesso scambieranno due chiacchiere.
In altri termini essi si sentiranno “a casa”, a proprio agio, perchè dovunque essi guardino e con chiunque essi parlino….saranno per loro familiari.
Se ci pensate… ognuno di noi vive sulla propria isola.
Questa comprende la nostra famiglia, gli amici, il luogo di lavoro, la città dove viviamo e gli hobbies, gli sport che pratichiamo. E noi, là, ci sentiamo a casa.
Andiamo a lavorare guidando la nostra auto senza più fare caso al tragitto, conosciamo i nomi, i cognomi e molte altre cose dei nostri amici perchè noi ascoltiamo e parliamo spesso cono loro e di loro.
Tutto cià che noi facciamo giorno dopo giorno sviluppa la nostra coscenza sotto il profilo fisico, delle sensazioni del comunicare parlando.
Anche i ragazzi hanno una loro isola… solo… un pò più piccola della nostra.
Pensate se essi “si sentissero a casa” sulla loro isola di …INGLESE!!!
Se essi imparassero a conoscere ogni cosa attraverso la loro fisicità, i loro sensi e la capacità di comunicare oralmente!!!!
L’isola cresce con i ragazzi, diventa sempre più grande e loro non hanno problemi ad imparare nuove strade o i nomi di nuova gente per un processo graduale che consente loro di conoscere e capire tutto…